Bere vino rosso fa bene? Ecco le sostanze buone contenute in questa bevanda - Cantina Santa Maria La Palma Alghero
350557
post-template-default,single,single-post,postid-350557,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.3, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Bere vino rosso fa bene? Ecco le sostanze buone contenute in questa bevanda

Perché sempre più articoli sostengono che il vino rosso faccia bene alla salute?

Vediamo qualche dettaglio in più.

 

Il vino rosso contiene delle sostanze preziose per il nostro organismo.

La prima è il revetratrolo, un polifenolo con caratteristiche antiossidanti. Il resveratrolo ha una struttura molecolare molto simile a quella degli ormoni estrogeni, tanto da poter essere inserito nella lista dei “fitoestrogeni”. Questa molecola ha la capacità di migliorare l’efficienza cellulare e alcune ricerche evidenziano il suo effetto protettivo su cuore e circolazione, abbinato alla capacità di riattivare il metabolismo.

Ci sono altri due elementi contenuti nel vino che generano benefici a livello cardiovascolare: i polifenoli e i tannini.

I polifenoli, dotati di spiccata azione antiossidante, contribuiscono alla creazione di un’importante barriera di difesa nei confronti dei danni cardiovascolari.

I tannini, noti anche come proantocianidine, sono dei composti fenolici, responsabili del pigmento rosso, molto famosi per la loro potenziale azione benefica a livello cardiovascolare.

Il vino rosso è ricco anche di quercetina, una molecola preziosa nella risposta alle infiammazioni e un antiossidante naturale.

Dulcis in fundo, questa antica bevanda contribuisce ad aumentare la formazione del colesterolo buono (HDL) e riduce la presenza e la attività del colesterolo LDL, quello conosciuto come “cattivo”.

Tutti questi elementi contribuiscono a giustificare il detto “Chi beve bene campa cent’anni”, evidenziato anche da ricerche universitarie, come quella presentata poco tempo fa dall’Università di Sassari a proposito degli effetti benefici del Cannonau.

A proposito, però, un appunto prezioso: il vino va bevuto con moderazione, sia esso rosso, bianco, rosato, fermo o frizzante. Il consumo consigliato e permesso, per adulti in salute (non donne incinta) è di un bicchiere al giorno (10-15 cl), da assumere se non ci si deve mettere alla guida.

Prudenza e moderazione, prima di tutto. La salute è una conseguenza delle buone abitudini, sia alimentari che comportamentali. Ricordiamolo sempre.

Buona degustazione!

facebook
instagram